La tradizione degli antichi mestieri artigiani, un legame forte e radicato con il territorio, arte e perizia tecnica, ma anche capacità di innovarsi e confrontarsi con la contemporaneità.  Tutto questo è l’artigianato artistico marchigiano.
 
Attualmente nelle Marche ci sono più di 2.500 botteghe di artigianato artistico e tradizionale con circa quattromila addetti nei settori dell’abbigliamento su misura, della lavorazione del cuoio, grafica, tappezzeria, tessitura, merletto a tombolo e ricamo, ferro battuto, oggettistica sacra, strumenti musicali.    E inoltre orafi, decoratori, mosaicisti, restauratori, intagliatori, ebanisti, incisori.
 
È tutto questo universo artistico e produttivo che la Regione Marche ha voluto valorizzare, promuovere e naturalmente tutelare con il nuovo marchio Marche Eccellenza Artigiana. Dal 2007 figure altamente specializzate nel campo dell’artigianato artistico e di tradizione, che si dedicano alla produzione di artigianato autenticamente tradizionale e di alta qualità, possono iscriversi ad una sezione speciale dell’albo delle imprese artigiane e ottenere il marchio Marche Eccellenza Artigiana.
 
Un’iniziativa molto valida, anche a detta delle associazioni di categoria, per tutelare e rilanciare l’artigianato artistico e tradizionale delle Marche, puntando sull’alta qualità e soprattutto sulla sua riconoscibilità. E naturalmente anche sull’inserimento delle botteghe che possono fregiarsi dell’eccellenza artigiana nei circuiti turistici, valorizzandole in modo integrato con le tipicità territoriali